Via Appia Nuova, 669 | 00179 Roma
0774.377006
0774.580016

I nostri consigli su come organizzare l’astuccio per la scuola

Settembre, per tutti i ragazzi, è il mese delle ripartenze: le vacanze giungono al termine e si deve ritornare tra i banchi di scuola, carichi e pronti per affrontare un nuovo anno.

Nelle settimane che precedono l’inizio delle lezioni, gli studenti si recano nelle cartolibrerie per acquistare libri, quaderni, block notes, penne, matite e tutto ciò che può essere utile durante le lezioni e per studiare.

È molto importante, ad esempio, scegliere l’astuccio idoneo, adatto alle esigenze di ciascuno studente a seconda della scuola frequentata.  Allo stesso modo, è fondamentale avere nell’astuccio alcuni articoli da cancelleria necessari allo studio. Segui i nostri consigli per organizzare al meglio l’astuccio per la scuola!

Perché e quando scegliere gli astucci a bustina

Gli astucci a bustina, o a sacchetto, sono i prediletti per gli studenti più grandi perché occupano poco spazio e sono altamente funzionali. In commercio se ne trovano di infinite tipologie diverse: ci sono quelli con un solo scomparto e quelli che, invece, arrivano ad averne fino a tre.

Il nostro consiglio è quello di trovare una cartolibreria che propone articoli Pryma, brand che realizza astucci resistenti e colorati, ottimi per qualsiasi tipologia di scuola. Scegliere l’astuccio a bustina è un modo per risparmiare spazio nella borsa, ma è anche un modo per avere sempre tutto sotto controllo.

Organizzare gli astucci a bustina con una sola zip è molto semplice, perché essendoci un unico vano tutto il necessario va inserito lì dentro: si consiglia di utilizzarlo esclusivamente per il necessario, che comprende solo le penne, la matita e poco altro, che in fondo è quel che serve per scrivere ai giovani delle superiori.

Diversi sono gli astucci a bustina con la doppia o, in alcuni casi, tripla, zip. Certamente molto dipende dalle dimensioni ma, in generale, questi modelli nascono principalmente per ospitare anche gli accessori per il disegno come i pennarelli e i pastelli, soprattutto nelle versioni più grandi, ideali per chi frequenta l’Istituto d’arte, per esempio.

Le bustine più piccole con più di una zip, invece, sono fatte per suddividere accuratamente gli accessori per la scrittura: da una parte le penne, per esempio, e dall’altra matite e gomma per cancellare oppure altri piccoli accessori utili ai ragazzi più grandi per organizzare lo studio, come evidenziatori o segna pagine.

Organizzare gli astucci a scompartimenti

 

Gli astucci a scompartimenti sono i classici astucci scolastici utilizzati principalmente dai giovanissimi delle scuole primarie, più raramente delle scuole secondarie. Sono davvero tanti quelli che si trovano in commercio e per lo più, visto il target, sono dedicati ai personaggi dei cartoni animati, dei telefilm o dei fumetti preferiti dai bimbi.

Anche per gli astucci con gli scompartimenti, Pryma offre una vastissima scelta: gli astucci Pryma, infatti, sono perfetti nel rapporto qualità prezzo e sicuramente apprezzati anche dai più piccoli. I modelli con un solo scompartimento hanno lo spazio per ospitare generalmente 12 pastelli (o pennarelli) e il minimo indispensabile per la scrittura, quindi due penne e una matita, che è quel che serve ai bimbi delle elementari.

Non manca mai lo spazio per la gomma e per il temperamatite, mentre non è la regola trovare quello per un piccolo righello. Ogni elemento ha un proprio alloggiamento con ancoraggio elastico, che permette di tenere ben saldo tutto il contenuto. Lo stesso principio è rispettato per i modelli con più scompartimenti: questi astucci arrivano ad averne fino a 3, con altrettante zip, il che causa un aumento dello spessore ma, al tempo stesso, permette la massima organizzazione degli elementi al suo interno.

Negli astucci scolastici più completi, infatti, un intero scompartimento è dedicato al necessaire per la scrittura, uno ai pastelli e uno ai pennarelli, solitamente presenti nella misura di 12 per ogni scompartimento, anche se in alcuni modelli più ricchi si può arrivare fino a 24, per la gioia dei bimbi.

Related Posts